Aminoacidi essenziali

amminoacidi essenziali

Per aminoacidi essenziali s’intendono 8 aminoacidi che l’organismo non è in grado di sintetizzare. Vanno quindi recuperati attraverso la dieta per coprire il fabbisogno proteico e consentire la sintesi proteica nelle nostre cellule.

Affinché la proteogenesi avvenga, le concentrazioni nell’organismo di tutti gli aminoacidi coinvolti nel processo devono essere ottimali. Se anche uno solo di questi scarseggia (amminoacido limitante), la sintesi proteica si rileva inefficace.

Fino ad oggi sono stati scoperti circa 500 aminoacidi, ma solo 20 partecipano alla sintesi proteica. Otto di questi sono detti aminoacidi essenziali, in quanto l’organismo umano non riesce a sintetizzarne una quantità sufficiente per tutti i suoi fabbisogni.

In età adulta gli aminoacidi essenziali sono 8:

  • Fenilalanina
  • Isoleucina
  • Lisina
  • Leucina
  • Metionina
  • Treonina
  • Triptofano
  • Valina

Abbiamo poi due aminoacidi essenziali nella fase della crescita, istidina e arginina.

Un ulteriore categoria è quella degli aminoacidi condizionatamente essenziali, fondamentali per il mantenimento dell’omeostasi, la capacità dell’organismo di autoregolarsi mantenendo costante l’ambiente interno al cambiamento delle condizioni dell’ambiente interno. In alcuni casi particolari, la sintesi di questi aminoacidi potrebbe avvenire in quantità o velocità non sufficienti. Gli aminoacidi condizionatamente essenziali sono cinque:

  • arginina
  • glicina
  • glutamina
  • prolina
  • taurina

Infine vengono considerati aminoacidi semi-essenziali cisteina e tirosina, in quanto vengono sintetizzati dall’organismo a partire dai due aminoacidi essenziali, metionina e fenilalanina.

Alimenti che contengono aminoacidi essenziali

L’alimentazione rimane l’unico sistema per assumere gli aminoacidi essenziali e una dieta onnivora dovrebbe essere in grado di apportarne quantità sufficienti. In pratica, una sintesi proteica efficace avviene soprattutto grazie al consumo di proteine nobili, contenute nella carne, uovo, pesce e latticini.

La dieta vegana e la sola assunzione di proteine vegetali presenta il problema di alimenti in cui scarseggiano uno o più aminoacidi essenziali. Ad esempio nei cereali non ci sono quantità sufficienti di lisina e triptofano. Questi due aminoacidi sono presenti nei legumi che a loro volta scarseggiano di metionina. Il problema si risolve facilmente con il principio della mutua integrazione, combinando questi alimenti in modo che le rispettive carenze di aminoacidi essenziali si compensino tra loro.