Arginina o citrullina: Quale scegliere?

Uomo e donna fanno piegamenti sulle braccia

Leggendo le etichette degli integratori di ossido nitrico, probabilmente si leggerà tra gli ingredienti la presenza di arginina o citrullina, se non di entrambe.

L’ossido nitrico è una molecola che interviene in molti processi corporei correlati all’esercizio fisico e al recupero muscolare. Ad esempio, questa sostanza aiuta a regolare la contrazione muscolare, la respirazione mitocondriale e migliora il flusso sanguigno. Pertanto aumentare la biodisponibilità di ossido nitrico può aumentare le prestazioni durante l’allenamento e velocizzare il recupero muscolare.

Ma citrullina e arginina non hanno lo stesso effetto per quanto riguarda la produzione di ossido nitrico all’interno dell’organismo.

Che cos’è l’arginina?

L’arginina è un aminoacido condizionatamente essenziale, in quanto l’organismo degli adulti sani può produrre tutta la quantità di arginina di cui ha bisogno e non c’è bisogno di integrarla attraverso la dieta o integratori.

Ma nei periodi di crescita o di malattie croniche, come il diabete di tipo 2, il corpo non è in grado di produrre quantità sufficiente di arginina e questa deve essere reperita attraverso l’alimentazione o l’utilizzo d’integratori.

Fonti alimentari di arginina sono i frutti di mare, anguria, frutta a guscio e la carne. L’arginina è commercializzata come integratore specifico o in combinazione con altri ingredienti, ad esempio i bundle pre-workout.

L’arginina produce direttamente l’ossido nitrico, grazie all’azione di un enzima chiamato ossido nitrico sintasi, che cattura un suo atomo di azoto combinandolo con uno di ossigeno. Quando si assume un integratore di arginina, aumentano i suoi livelli nel flusso ematico, stimolando una maggiore produzione di ossido nitrico. Il tutto si traduce in un maggiore afflusso di sangue verso i muscoli.

Quanto appena esposto sembrerebbe perfetto in teoria, ma in pratica non è esattamente quello che accade all’interno del corpo umano. Infatti, quando l’arginina viene assunta per via orale, è soggetta a processi metabolici nell’intestino e nel fegato, che ne scompongono un’ampia percentuale (fino al 38%), prima che possa raggiungere il flusso ematico.

Che cos’è la citrullina?

La citrullina è un aminoacido non essenziale, in quanto l’organismo può produrne tutta la quantità di cui ha bisogno. Appartiene alla classe degli aminoacidi occasionali perché non partecipa alla sintesi proteica.

La sua denominazione deriva da citrullus, il termine latino per indicare la l’anguria da cui è stata isolata per la prima volta. E infatti l’anguria è la fonte alimentare più importante di questo aminoacido.

Come l’arginina, la citrullina è venduta sotto forma d’integratore specifico o insieme ad altri ingredienti per aumentare i livelli di ossido nitrico e le prestazioni durante l’esercizio fisico.

La citrullina è un precursore dell’arginina ma non subisce il metabolismo di degradazione nell’intestino e nel fegato, ad opera dell’enzima arginasi.

In definitiva, è meglio scegliere la citrullina o l’arginina?

In conclusione, gli integratori a base di citrullina aumentano i livelli di arginina nel corpo, più di quanto facciano gli integratori di arginina, con una maggiore produzione di ossido nitrico. Consideriamo anche che elevati dosaggi di arginina, nel tentativo di ottenere una maggiore sintesi di NO, possono provocare problemi allo stomaco e diarrea.

Al contrario, la citrullina è molto più tollerata. Inoltre la combinazione di glutatione con la citrullina può aumentare l’azione dell’ossido nitrico, trattandosi di un importante antiossidante che aiuta a prolungare la sua emivita.