Il cioccolato fa bene

cioccolato

Quando arriva l’inverno, gustare una tazza di cioccolata calda è il modo migliore per scaldare contemporaneamente gola e stomaco e, al contempo, soddisfare la propria golosità.

I benefici che il cacao apporta all’organismo sono noti da tempo e continuano ad essere confermati e resi pubblici da diverse ricerche condotte in tutto il mondo.

Il cioccolato contiene polifenoli del gruppo dei flavonoidi,  antiossidanti naturali che permettono una migliore circolazione del sangue, rendendolo più fluido e contribuendo in maniera decisa a mantenere bassa la pressione sanguigna. In questo modo, il rischio di infarto o ictus è decisamente minore, poiché la formazione di coaguli viene resa più difficile.

Per chi ama trascorrere i weekend invernali in montagna, consumare una tazza di cioccolata prima di prendere il sole permetterà di proteggere la pelle dai danni causati dal sole stesso. In tale modo verrà scongiurata la formazione di macchie sulla pelle. Inoltre, il cioccolato contribuisce a tenere controllate le rughe, contribuendo a mantenere la pelle fresca e luminosa.

Secondo studi recenti, consumare con regolarità cioccolato risulta molto efficace per evitare le manifestazioni di carattere infiammatorio di un gran numero di malattie come, ad esempio, il diabete 1.

Una bevanda preparata con del cioccolato nero è indicata per chi si è trovato a dover affrontare nel corso della propria vita le conseguenze di un ictus 2, perché permette di aumentare i segnali trasmessi dalle cellule. Questo avviene grazie all’epicatechina, una molecola antiossidante. Un’altra ricerca del 2003 ha stabilito, inoltre, che il cioccolato presenta, in termini di antiossidanti, una quantità doppia rispetto ad un bicchiere di vino rosso. Anche nei confronti del tè verde, i risultati si sono rivelati strabilianti 3

Proprietà del cioccolato fondente

Ad ogni modo, i benefici che possono essere ottenuti, variano in base alla tipologia di cioccolata impiegata. Il cioccolato al latte, ad esempio, pur essendo amatissimo dai bambini, porta minori benefici perché è sottoposto a molti trattamenti. Oltre a contenere un basso tasso di antiossidanti, presenta al suo interno un elemento come il latte che finisce per annullare gli effetti benefici del cacao. Senza poi tenere presente il quantitativo di zucchero aggiunto.

Deve essere considerato, inoltre, che il cioccolato che viene trovato normalmente in commercio all’interno della grande distribuzione contiene il 50% di flavonoidi, dovuti alle lunghe e numerose lavorazioni cui è sottoposto.

È il cioccolato amaro per dolci quello che medici e nutrizionisti considerano il migliore dal punto di vista dei vantaggi apportati alla salute degli individui, seguito dal cioccolato nero e dalle chips di cioccolato semi amaro.

Il cioccolato fondente, quando viene utilizzato per preparare una tazza di cioccolata permette di gustare una bevanda che, oltre ad un gusto unico, permette di fornire al proprio organismo un ottimo apporto di minerali, dal ferro al magnesio, dal rame al potassio, fino al fosforo e allo zinco.

Un altro aspetto da non sottovalutare è che, confrontata con una medesima quantità di caffè, una tazza di cioccolata calda contiene molta meno caffeina (pari a quella di un caffè decaffeinato). Contiene, invece, una buona dose di teobromina, una sostanza simile per composizione alla caffeina (ma che produce effetti decisamente meno potenti) che si dimostra ottima per ridurre velocemente la pressione sanguigna. Il cioccolato può avere un effetto benefico anche sul metabolismo, favorendolo con semplicità.

Il cioccolato fondente apporta benefici anche alla salute del cervello; oltre ad essere un ottimo rimedio per l’ipertensione, è in grado di aiutare il cervello a mantenersi giovane, soprattutto per quanto riguarda le capacità cognitive. In questo ambito sono gli anziani a poter trarre i maggiori benefici, ricordando con maggiore facilità date, nomi ed eventi, contribuendo in tal modo a ridurre in maniera importante la possibilità del verificarsi di casi di demenza senile.

Cacao, un antidepressivo naturale

Coppia felice beve tazza di cioccolato

Gli effetti benefici sull’organismo si estendono anche a quelli di carattere psicologico. Da sempre, infatti, la cioccolata è un considerato un rimedio per la depressione. Una tazza di cioccolata calda o un buon gelato al cacao quando ci si sente tristi, sono in grado di risollevare l’umore. Questo effetto è dovuto principalmente al suo contenuto di triptofano, aminoacido precursore della serotonina, meglio nota come ormone del buonumore. A sua volta la serotonina può essere convertita in melatonina, un ulteriore ormone determinante per regolare il ciclo sonno-veglia.

Inoltre, il cioccolato fondente contiene feniletilamina, un alcaloide in grado di aumentare il rilascio di dopamina. La dopamina è un neurotrasmettitore che regola numerose funzioni, tra cui:

  • memoria
  • attenzione
  • umore
  • cognizione
  • gratificazione
  • apprendimento
  • sonno

Inoltre, la dopamina è collegata alla sfera sessuale, soprattutto per quanto riguarda il maschio, incidendo in maniera notevole nella libido e nella produzione di testosterone.

Rallenta la formazione della placca dentale

Molte persone ritengono che il cioccolato possa causare, al pari degli altri alimenti contenenti una non indifferente quantità di zucchero, diversi problemi alla salute dei denti. In realtà, secondo alcune ricerche promosse per verificare la veridicità di tali affermazioni, l’assunzione di cioccolata risulta più benefica che dannosa; questo perché i flavonoidi contenuti nella cioccolata, che vengono accompagnati da altri elementi utili, contribuiscono a rallentare l’accumulo della placca. Ad ogni modo, questo non significa dover trascurare la normale cura dell’igiene orale; dopo aver bevuto una buona tazza di cioccolata calda è opportuno lavare i denti per evitare la formazione della carie.