Colazione sana al bar, è possibile?

colazione al bar

Per una serie di motivi, la maggioranza degli italiani è costretta a fare colazione al bar. Si dice che la colazione sia il pasto più importante della giornata, affermazione non proprio veritiera, visto che tutti i pasti sono importanti e bisogna sempre prediligere gli alimenti salutari.

Purtroppo quello che possiamo trovare al bar sono esclusivamente cibi ad elevato apporto calorico e decisamente poco nutrienti. Vediamo quali possono essere le scelte migliori per fare una colazione sana anche al bar, una colazione che deve apportare tutti i principi nutritivi e allo stesso tempo non superare un determinato numero di calorie.

I primi alimenti che notiamo sono ciambelle, cornetti e saccottini al cioccolato. La brioche è altamente calorica e ricca di grassi vegetali idrogenati, pertanto possiamo bollarla come uno degli alimenti meno salutari in assoluto.

Il 90% delle brioche vendute nei bar italiani sono a base di margarina. Il cornetto al miele contiene un preparato con solo l’8% di miele, praticamente solo la fragranza mescolata a margarina, olio di palma e sciroppo di fruttosio e glucosio. Il cornetto alla crema è il peggiore, contiene olio di palmisto, il seme della palma: 82% di acidi grassi saturi. Anche quello con la marmellata è da evitare, in quanto la farcitura è istituita prevalentemente da glucosio.

Alla brioche si accompagna inevitabilmente il cappuccino. Anche questo alimento è abbastanza sconsigliato, visto che quasi sempre viene utilizzato il latte intero. Inoltre, per ottenere la “schiumetta”, il latte viene sottoposto ad altissime temperature che altera la struttura delle caseine, formando un composto denominato paracaseinato di calcio. Gli enzimi digestivi fanno fatica a scinderlo, con conseguente gonfiore addominale.

Senza dimenticarci la pessima abitudine che abbiamo di aggiungere dello zucchero. Pensiamo che il cappuccino da solo apporta circa 140 calorie che diventano 180 aggiungendo un solo cucchiaino di saccarosio. Cappuccino e brioche apportano 480 calorie, ma non sarebbe questo il problema, ma piuttosto che si tratta di cibi altamente zuccherini e di conseguenza caratterizzati da un elevato indice glicemico.

Come fare una colazione salutare al bar

Se volete limitare i danni, ordinate un cornetto integrale vuoto e un caffè senza zucchero. Il cornetto preparato con farina integrale, pur non essendo il massimo della salute, ci permette di aumentare l’introito di fibre, preziose alleate per evitare i picchi insulinici e promuovere la salute dell’intestino.

Prendere il caffe al bar

Da parte sua, il caffè ci darà la giusta energia per lavorare e per affrontare la giornata. Potremmo concederci anche una spremuta di arancia o meglio ancora, della frutta intera.

La frutta contiene vitamine, fibre e minerali, tutte sostanze indispensabili per la salute dell’organismo. Inoltre riduce i livelli di acidità, aumentati a causa del caffè.

Se prendete il caffè al ginseng non aggiungete lo zucchero, poiché probabilmente la miscela utilizzata è già dolcificata, e accompagnatelo con il cornetto integrale o un po’ di frutta secca. I lipidi contenuti nella frutta secca contribuiscono a stabilizzare la glicemia, aumentano il senso di sazietà e frenano la voglia di alimenti zuccherini.

Come possiamo vedere, la scelta è davvero limitata. Cerchiamo di rispettarla o meglio ancora di fare colazione a casa. Molti si lamentano del tempo, ma alla fine basta svegliarsi qualche minuto prima.

È ormai risaputo che una sana colazione aiuta a tenere sotto controllo il peso corporeo perché mangiando in modo abbondante e nutriente al mattino, si eviterà di arrivare affamati alla pausa pranzo e saremo portati a mangiare meno durante il resto della giornata. Ma soprattutto, una colazione fatta bene, impedisce quei “buchi allo stomaco” che ci portano al bar in cerca di cibi spazzatura.