Depressione

depressione

Gli alti e bassi fanno parte della vita, a tutti capita di sentirsi tristi ogni tanto. Ma se il vuoto ha preso possesso della tua vita e non accenna ad andare via, stai soffrendo di depressione.

La depressione non solo impedisce di godere la vita, ma limita tutte le azioni quotidiane. Anche affrontare una giornata può sembrare un ostacolo insormontabile.

La depressione è una patologia grave, che a livello medico viene causata da degli scompensi biochimici nel cervello. Sono tre le sostanze coinvolte nello stato umorale :

  • Serotonina – È un neurotrasmettitore presente soprattutto nel tratto gastrointestinale, dove regola le funzioni legale alla digestione, e nel sistema nervoso centrale, dove invece è responsabile di umore, memoria, comprensione e appetito.
  • Dopamina – Neurotrasmettitore rilasciato dal cervello che oltre a diverse funzioni, è responsabile della sensazione di gratificazione che si prova normalmente dopo un qualsiasi azione andata a buon fine.
  • Noradrenalina – Coinvolge parti del cervello dove risiedono i controlli dell’attenzione e delle reazioni. Può essere correlata all’interesse per le cose, la vitalità e la voglia di fare.

Come abbiamo detto, la depressione è diversa dal naturale stato di tristezza. Si manifesta come un buco nero che inghiotte la capacità di lavorare, studiare, magiare, dormire e divertirsi. I sentimenti d’impotenza e inutilità sono intensi e implacabili. Niente sembra dare sollievo.

Sintomi della depressione

I sintomi della depressione variano da persona a persona, ma ci sono alcuni segnali comuni. È importante ricordare che questi sintomi possono essere parte di normali momenti difficili della vita.

Maggiori sintomi si riconosceranno, con una lunga durata e intensità, allora la possibilità di essere in una fase depressiva è molto alta. Ed è il momento di cercare aiuto.

  1. Ci si sente impotenti e senza speranza – Una prospettiva desolante che niente potrà mai migliorare e non c’è niente che si può fare per migliorare la tua situazione
  2. Si è perso interesse per gli amici, le attività e tutto quello che ci aveva sempre fatto piacere – Si evitano le persone care, anche per vergogna. Si ha come l’impressione di essere un libro aperto dove tutti possono sbirciare le tue debolezze. Gli altri sono solo una minaccia che possono aggravare la tua situazione
  3. Il senso di stanchezza caratterizza le giornate – Tutto risulta difficile e si vorrebbero evitare tutte le normali attività quotidiane
  4. Si perde l’appetito – Non si mangia quasi niente, si può arrivare a perdere anche oltre il 5% del peso corporeo in un mese
  5. Non si riesce a concentrarsi su compiti e lavoro – Tutto passa in secondo piano, ci si chiude in se stessi e il proprio malessere diventa l’unica cosa importante
  6. Tutto risulta difficile – Difficoltà a prendere decisioni, compiere azioni e ricordare le cose
  7. Non si riescono a controllare i brutti pensieri
  8. Alterazione del sonno – Non si riesce a prendere sonno durante la notte. Si riposa solamente quando fuori comincia ad albeggiare. In alcuni casi si può cadere nell’atteggiamento opposto, dormire troppo (ipersonnia)
  9. Ci si sente irascibili, arrabbiati e aggressivi – Il livello di tolleranza crolla ai livelli minimi, tutto t’infastidisce
  10. Si aumenta il consumo di alcool – Si cerca l’evasione dalla realtà e dal malessere. Se non è alcool, sono altre sostanze psicotrope

La depressione negli uomini

Depressione è una parola forte nella nostra cultura. In molti vi associano, a torno, un segno di debolezza ed eccessiva sensibilità. Questo pregiudizio è maggiormente riscontrabile negli uomini. Gli uomini depressi hanno meno probabilità di riconoscerne i sintomi o per lo meno cercano di giustificare lo stato psicofisico con stanchezza, disturbi del sonno e perdita d’interesse per il lavoro e gli hobby.

Sono più forti, rispetto alle donne, i sintomi di aggressività e di abuso di alcool e droghe. Anche se il tasso di depressione per le donne è il doppio di quello degli uomini, questi sono a rischio suicidio più alto, soprattutto gli anziani.

La depressione nelle donne

Le donne soffrono di depressione molto più degli uomini. Questo è dovuto in parte a fattori ormonali, in particolare quando si parla di sindrome premestruale, depressione post-partum e depressione perimenopausa.

Per quanto riguarda i sintomi, le donne sono più propense degli uomini a provare sentimenti di colpa, sonno eccessivo, mangiare troppo, e aumentare di peso.

Combattere la depressione

Capire la causa della depressione può aiutare a superare il problema. Ad esempio, se si è depressi a causa di un lavoro insoddisfacente, in teoria, il miglior trattamento potrebbe essere cercare un’attività più soddisfacente. Purtroppo non è facile, soprattutto superata una certa età. Allora sediamoci e riflettiamo: in quanti sono soddisfatti del proprio lavoro? Non si vuole dire mal comune mezzo gaudio, ma purtroppo le cose stanno così. Se cambiare lavoro non è possibile, allora bisogna cercare le soddisfazioni in altri ambiti.

Se invece ci si sente soli e tristi, bisogna sforzarsi di trovare nuove amicizie o anche semplici conoscenze. Mettere da parte la paura delle persone e fare esercizi di socializzazione graduali. Il giudizio degli altri non è importante. Andare a prendere il caffè al bar, due chiacchiere con la cassiera, con le persone che si trovano la, non è una cosa irrealizzabile. Il loro giudizio non è importante, sono interazioni casuali e se ne fanno decine al giorno. Nessuno giudica nessuno in queste sfere sociali.

Anche frequentare una palestra può essere una buona idea. Oltre alle possibilità di socializzazione, l’attività fisica è un ottimo esercizio anche per la depressione. Vedere dei risultati sul proprio fisico darà un senso di soddisfazione e la stanchezza reale può aiutare a lasciare in pace la mente.

Se anche il pensiero di compiere queste azioni sembra schiacciante, non facciamoci prendere dal panico. Sentirsi impotente è un sintomo della depressione, non è la realtà dei fatti. La chiave per il recupero è iniziare dalle piccole cose e chiedere aiuto. Il semplice fatto di parlare con qualcuno della propria situazione può essere di enorme aiuto. Lasciate ce la vostra famiglia e gli amici sappiano quello che si sta provando.