Melatonina per dormire meglio e altri benefici

Uomo si rilassa sul letto

La melatonina è un ormone prodotto naturalmente dal nostro corpo, principalmente dall’epifisi, la ghiandola pineale nel cervello, ma si trova anche in altre zone, come gli occhi, il midollo osseo e l’intestino.

Il suo compito principale è di regolare il ciclo sonno-veglia, semplicemente comunicando al corpo che arrivata la notte per rilassarsi e addormentarsi più facilmente 1.

A causa di molteplici fattori, come momenti di stress, particolari fasi della vita, periodi d’insonnia o episodi di jet lag, questo ritmo viene alterato e potrebbe essere opportuno inserire all’interno di una dieta sana ed equilibrata degli integratori di melatonina.

In commercio esistono svariate tipologie di integratori: capsule, di origine animale o vegetale, sciroppi e tisane.

Melatonina: il migliore alleato per il riposo

La melatonina si lega ai recettori del corpo, contribuendo al rilassamento. Per esempio, la melatonina si lega ai recettori nel cervello riducendo l’attività nervosa. Negli occhi, può aiutare a ridurre i livelli di dopamina, un ormone che contribuisce a rimanere svegli 2.

Gli integratori a base di melatonina vengono utilizzati principalmente per tutti i disturbi del sonno, soprattutto per l’insonnia causata da fattori esterni e temporanei, come jet lag e turni di lavoro. Ma vengono anche utilizzati per chi ha difficoltà ad addormentarsi, in quanto la melatonina aiuta a prender sonno più velocemente, eliminando lo stress.

Questa sostanza viene sintetizzata principalmente al buio, con un picco tra le due e le quattro del mattino, nelle altre ore la produzione di melatonina subisce un calo ed è per questo che con l’arrivo della luce del mattino ci alziamo. Questo meccanismo funziona senza disturbi in persone che non soffrono di particolari problemi, ma è capitato a tutti almeno una volta nella vita di conoscere la sensazione di stanchezza e stress dovuta alla difficoltà di addormentarsi, oppure di avere delle alterazioni al regolare ritmo del sonno.

I disturbi del sonno non sono da sottovalutare, soprattutto se prolungati nel tempo, perché possono generare stati di sonnolenza di giorno, quando si è impegnati nelle attività della vita quotidiana. Proprio in questi casi è bene orientarsi verso la scelta dell’integratore di melatonina più adatto alle proprie esigenze, assumendolo per brevi periodi o cicli in concomitanza del disturbo e per prevenirne la ricomparsa.

Con l’assunzione di integratori di melatonina la vita può ritornare a ritmi normali, riacquistando il naturale equilibrio che ci permette di essere attivi e vitali. Molte persone preferiscono utilizzare la melatonina sotto forma di tisana, magari associata ad ingredienti dal potere rilassante, come un vero e proprio rito da concedersi per allontanare lo stress della quotidianità.

Altri benefici della melatonina

Tante sono le ricerche riguardo ai benefici che la melatonina è in grado di dare al corpo umano, molti studiosi infatti attribuiscono a questa sostanza diverse proprietà preziose per la salute. Alcune di queste ricerche sono ancora in fase di studio, ma sicuramente la melatonina ha un effetto positivo sulle donne durante la menopausa. Essa infatti è in grado di agire su alcuni sintomi avvertiti durante questo particolare periodo della vita delle donne, il che è sicuramente un grande vantaggio soprattutto perché influisce molto sull’aspetto psicologico, da non trascurare in una fase di cambiamento per il corpo.

N egli uomini può contribuire ad aumentare i livelli dell’ormone della crescita. Il GH viene prodotto dall’organismo durante il sonno e l’assunzione di melatonina può aiutare ad aumentarne i livelli, rendendo la ghiandola pituitaria più sensibile 3.

Si è osservato anche che la melatonina ha degli effetti benefici sulla regolarizzazione del colesterolo LDL, ovvero il colesterolo dannoso per le arterie, favorendo il corretto funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio e diminuendo la pressione alta.

A sua volta, la melatonina potrebbe aiutare contro la depressione invernale, nota come winter blues o disturbo affettivo stagionale, migliorando il ciclo del sonno 4.

Tuttavia, le prove non sono del tutto chiare. Studi futuri aiuterà a chiarire se la melatonina potrebbe essere utile per il trattamento della depressione stagionale.

Inoltre, molti sono i medici che consigliano di affiancare all’assunzione di melatonina altre sostanze, come il selenio e lo zinco, due minerali che vanno ad agire potenziando l’efficienza del sistema immunitario.