Sostituire il pomodoro nella dieta

Insalata di funghi e peperoni

Sono sempre di più coloro che devono ridurre o eliminare il consumo dei pomodori nella propria alimentazione. Vediamo allora qualche suggerimento per scegliere i cibi migliori con cui sostituirli.

Sicuramente il pomodoro è uno degli alimenti più consumati in Italia, basti pensare che si tratta di uno degli ingredienti principali della dieta mediterranea. Ma ci sono persone che, a causa di allergie o intolleranze di vario genere, devono trovare dei degni sostituti per non rinunciare al gusto ma anche ai benefici che apporta questo prezioso ortaggio.

Quando si scopre di essere intolleranti al pomodoro, si cade in uno stato di assoluto sconforto. Niente più pizza, pasta al ragù e chi più ne ha, più ne metta. Niente è perduto, perché esistono dei sostituti assolutamente efficienti e saporiti. A partire, giusto per citare un esempio, dai peperoni gialli e rossi.

Questi sono ortaggi particolarmente indicati soprattutto se si pensa alle insalate o anche ad altre pietanze che prevedono i pomodori. Anche perché, proprio come questi, hanno un sapore marcato e molto piacevole per i vari piatti che vengono preparati. In generale, si può dire che gli ortaggi possono essere dei validissimi sostituti dei pomodori all’interno di qualsiasi dieta. Specificando che è sempre meglio preferire quelli di stagione in maniera tale da essere certi che siano freschi.

Salse e condimenti senza usare il pomodoro

Indubbiamente una delle caratteristiche principali del pomodoro è quella di essere un tipo di verdura che si adatta molto ai piatti che vengono preparati. Può essere non solo l’ingrediente principale, ma anche un condimento che dia sapore. In tal caso si potrebbe optare in sostituzione di questo per le varie spezie da usare in cucina. Molti prediligono, ad esempio, le varie tipologie di pepe, dal bianco al rosa: queste danno gusto senza creare fastidio per via del sapore piccante.

Così come, sempre se si pensa a piatti a base di verdure che prevedono il pomodoro, potrebbe essere una mossa giusta quella di puntare sul condimento con olio e parmigiano. Ovviamente meglio prediligere dei prodotti di prima qualità come l’olio extravergine di oliva.

In questa maniera si ha la certezza di avere un prodotto di qualità e che possa dare sapore alle pietanze senza intaccarne in alcun modo le caratteristiche basilari.

E qualche volta si può optare per un condimento un po più calorico, andando alla scoperta delle tantissime ricette regionali. Pensiamo al pesto alla genovese, alla carbonara, alla gricia, la pasta alla norma. Insomma, ci sono tantissime ricette per tutti i gusti.

Alternative al contorno di pomodori

Le alternative non mancano di certo, anche per coloro che amano la creatività in cucina. Rinunciare al pomodoro nella propria alimentazione non deve essere visto come un dramma.

Questo grazie alla lunga serie di sostituti che si possono utilizzare nelle varie pietanze. Si parla perciò di carciofi e broccoli che permettono di mantenere il basso apporto calorico dei piatti, così come delle cime di rapa, dei broccoletti e anche dei cavolini di Bruxelles.

Vale perciò la pena ricordare che ci sono tantissime possibilità per avere pietanze creative e nel contempo molto saporiti. Altre soluzioni valide come alternative ai pomodori sono gli asparagi, i porri, il sedano, le rape, la verza, le cipolle, i funghi e le barbabietole. Tutte si caratterizzano per essere delle verdure dal sapore intenso e molto adattabili alle varie ricette che si possono creare con i pomodori.

Non bisogna perciò disperare: senza pomodori si può vivere e soprattutto si può mantenere un regime alimentare che sia davvero quanto più vario possibile.